Guest al Moto Bike Show

Barbara Bergonzi

Delegata provinciale FMI e la presidente provinciale CER Piacenza (Coordinamento

Escursionisti su Ruote).

– Dal 1999 delegata provinciale FMI Piacenza

– Dal 1999 membro CONI Piacenza

– Dal 2006 al 2012 Consigliere regionale Commissione Turistica FMI

– Dal 2013 fondatrice CER e collaboratrice della stesura della legge regionale REER

Donato Nicoletti

Il trait d’union degli appuntamenti in cartello sarà Donato Nicoletti, (motociclista di lungo corso, reporter e redattore),

il quale racconterà del suo viaggio in solitaria attraverso l’Asia e, come conseguenza diretta di questa esperienza di vita, del suo progetto Travellers Camp.

Giovanna Guiso

Giornalista freelance iscritta all’Albo dei Giornalisti della Lombardia. Firma inchieste e

rubriche sulla sicurezza stradale per alcuni periodici e portali del settore motociclismo. Già ricercatrice

scientifica senior in uno dei più importanti istituti europei di ricerca biomedica, è coautrice di numerose

pubblicazioni scientifiche. È autrice del manuale “La famiglia in moto. Come trasportare i bambini in moto in

sicurezza” edito da Coni – Comitato Regionale Lombardia e FMI – Comitato Regionale Lombardia.

E’ consulente per la sicurezza stradale della Federazione Motociclistica Italiana – Comitato Regionale Lombardia.

Nel 2018 ha ricevuto il premio alla virtù civica “Panettone d’Oro” della Citta metropolitana di Milano per la sua

attività a favore della sicurezza stradale dei bambini.

Stefano Pelati

Stefano, 47 anni, ha un KTM 950 Adventure e gli piace definirsi un “navigatore”, ama viaggiare

in moto, e in kayak da mare e anche se sembra una frase fatta, ha sempre pensato che in un viaggio la meta

sia superflua e sia il viaggio in sé la cosa emozionante.

Il suo amore per le cartine, la navigazione e l’orientamento risale a quando, quasi trentacinque anni fa, gli

misero in mano la prima carta IGM e gli insegnarono a leggerla. Da allora quell’insieme di segni,

pittogrammi, coordinate hanno sempre esercitato su di lui un fascino irresistibile, passare dalle mappe in

formato cartaceo a quelle in formato digitale è stato un passo quasi automatico, poter disporre delle mappe

e delle fotografie satellitari di tutto il mondo è stata la naturale evoluzione di quella prima mappa IGM delle

montagne vicino a casa.